Archivio tag: yen

Governo giapponese approva piano di stimolo

Dopo lunghe attese e qualche perplessità finale da parte degli analisti, il governo giapponese ha finalmente approvato il tanto atteso pacchetto di misure di stimolo economico, valutato in complessivi 28,1 trilioni di yen. Di tale controvalore, la parte di stimolo fiscale ammonta a 13,5 trilioni di yen, di cui 7,5 trilioni di yen di spesa pubblica (cioè, addebitata al governo e alle amministrazioni locali) e 6,0 trilioni di yen che sono invece destinati al Fiscal Investment and Loan Program (cioè, ai prestiti pubblici a tasso agevolato finalizzati ad accelerare la costruzione di infrastrutture-chiave). Continua a leggere

forex-yen

Forex Yen, il Giappone torna in deflazione

Dopo due anni (e oltre), il Giappone è tornato in deflazione. Non accadeva infatti dall’aprile 2013, ricordava il quotidiano Il Sole 24 Ore, mese in cui il neogovernatore della Banca del Giappone Haruhiko Kuroda varò una sorprendente politica monetaria di allentamento quantitativo e qualitativo, con l’obiettivo dichiarato di una inflazione al 2% entro due anni. Continua a leggere

bank of japan

Giappone, la Boj alle prese con nuove decisioni monetarie

Non c’è gran pace per il Giappone e, in particolare, per la sua massima istituzione monetaria. In questi giorni la Bank of Japan si trova infatti di fronte a un bivio di fronte ai rinnovati segnali di rallentamento sia dell’economia sia delle spinte inflattive: se affidarsi a ulteriore allentamenti della politica monetaria o ricorrere piuttosto a una nuova manovra di stimoli fiscali. Continua a leggere

quantitative easing

Investire nel forex in vista del QE

Ultime ore per poter approfittare di una relativa calma sui mercati valutari, prima che – come è prevedibile – l’annuncio di un quantitative easing possa apportare qualche novità. L’attenzione è infatti naturalmente incentrata su quanto accadrà il 22 gennaio, quando la Banca Centrale Europea dovrebbe formalizzare la sua intenzione di dare il via a una politica super espansiva, sebbene entità e dettagli dell’intervento siano ancora altamente incerti: proprio tali aspetti, piuttosto che la scelta (oramai scontata) di approvare una strategia di QE, potrebbe influenzare maggiormente la reazione del cambio, con rischi che comunque rimangono sbilanciati verso il basso. Continua a leggere